Anticipi e ritardi dello sviluppo sessuale

Anticipi e ritardi dello sviluppo sessuale sono situazioni difficili da valutare e comunque devono essere valutate per la loro influenza sull’altezza definitiva.

Se guardiamo un campo di fiori, spesso notiamo fiori che sbocciano prima e fiori che sbocciano dopo; lo stesso nei nostri ragazzi. Una maturazione troppo precoce deve però essere considerata attentamente.
«La pubertà anticipata è un elemento che deve essere indagato con attenzione e deve essere inquadrata correttamente», avverte il professor Giuseppe Chiumello già direttore del Centro di Endocrinologia Pediatrica e dell’Adolescenza dell’Ospedale San Raffaele di Milano.
In generale si considera un anticipo o una pubertà precoce quando ragazzi con meno di 9 anni cominciano ad avere peli sotto le ascelle, sul pube, un ingrossamento del pene e dei testicoli.
Nelle femmine quando, prima degli 8 anni, compaiono peli pubici e ascellari, si sviluppano le ghiandole mammarie e compaiono perdite vaginali. In entrambi i casi l'odore del sudore diventa più acre, può presentarsi acne e aumenta la velocità di crescita.
La pubertà è la conseguenza di un’attivazione dell'asse ipotalamo-ipofisario che inizia a inviare segnali alle gonadi (testicoli nei maschi, ovaie nelle femmine).
Le gonadi producono gli ormoni responsabili dei cambiamenti tipici della pubertà.

Nei maschi può essere espressione di seri problemi

La pubertà precoce e più frequente nelle femmine e generalmente non si riescono a mettere in evidenza cause specifiche. Nei maschi è più rara ma deve essere valutata attentamente.
Può quindi essere indicata un’indagine per valutare il dosaggio di vari ormoni, una radiografia della mano per valutare l'età ossea e una ecografia testicolare (nei maschi) o pelvica (nelle ragazze) e surrenalica e una risonanza magnetica cerebrale.
In ogni caso esiste il rischio che una saldatura precoce delle giunzioni fra le ossa, possa pregiudicare l'altezza dei ragazzi. Lo specialista valuterà l'opportunità di rallentare lo sviluppo puberale con una terapia che riduce l'azione degli ormoni rilasciati precocemente.

Un'attenzione particolare va prestata ai bambini/bambine adottati che molto spesso presentano un anticipo puberale. Spesso è presente un disagio psicologico che non deve essere sottovalutato dall’ambiente familiare e scolastico. I genitori devono essere estremamente attenti nel proteggere questi bambini e ragazzi da un ambiente spesso ostile.
La visita dovrà essere attentamente programmata; non è opportuno che il ragazzo o la ragazza siano presenti durante la raccolta dei dati anamnestici e alle domande che giustamente fanno i genitori.
Deve essere valutata l’opportunità di un aiuto psicologico.